fbpx
image-preloader

“A Cena con Fellini” è un progetto che abbiamo fortemente voluto per celebrare la figura del Maestro e dell’uomo Federico – ha dichiarato Veronica Laurenza, titolare della Bacaro Eventi - “La sua storia, caposaldo del mito del nostro Paese, interpretata da un diverso punto di vista, profondamente italiano: al centro vi saranno il cuore e l’orgoglio della nostra cucina, traccia sempre presente nel suo immaginario e nelle sue giornate, in quanto figlio di un rappresentante di parmigiano, cresciuto tra le forme e immerso in quell’odore sin da bambino, come lui stesso ricorda. Fantasie e icone gastronomiche abitano ogni suo film e questa rassegna-tributo, a un secolo dalla sua nascita, vuole raccontare e far rivivere proprio tale aspetto in tre cene madeleine felliniane”.

A condurre i tre appuntamenti Ivan Bacchi, attore cinematografico diretto da alcuni dei più importanti registi italiani, conduttore al fianco di Elisa Isoardi ne’ La prova del cuoco e, non ultimo, conterraneo di Fellini: In quanto attore, amante del cinema e romagnolo da parte di padre, sono affascinato dal Maestro e dai suoi indiscussi capolavori e dalla sua infanzia, dai suoi sogni, dai suoi luoghi e dalle sue nostalgie. Ci sono alcuni aneddoti che nel corso della serata racconterò, dai quali si intuisce il profondo legame tra Federico e il cibo, in particolare modo quello romagnolo cucinato dalla sorella e da sua moglie Giulietta Masina, che pare l’abbia conquistato anche con il cibo, proponendogli le ricette della sua amata terra.”

Programma

Le prime due serate saranno articolate secondo due macro-temi importanti nella vita del regista:

  • La prima, “Fellini e la sua Romagna” prevista per martedì 11 febbraio alle ore 20.00, ispirata alla tradizione culinaria romagnola. Un percorso degustazione condotto dallo chef Daniele Persegani che omaggerà Rimini, città d’arte simbolo della riviera ma soprattutto città natale di Federico.
  • La seconda serata, lunedì 17 febbraio 2020, sarà titolata “Fellini a Roma” e guidata dalla chef Anna Dente nell’esaltazione della seconda casa da cui il regista non si è mai allontanato, nonché scenario perfetto per i suoi capolavori.
  • Venerdì 28 febbraio alle ore 20.00, “L’eredità di Federico Fellini” assisterà a un contest tra 2 chef ispirati dalle opere del Maestro: un antipasto, un primo e un secondo che verranno presentati in uno show cooking live creato appositamente per far affiorare nei gusti degli ospiti gli elementi delle magiche atmosfere del cinema felliniano. Una vera e propria sfida, dove saranno proprio gli ospiti a votare per decretare il piatto e lo chef vincitore della serata!
    Per gli ospiti, in omaggio un prezioso volume fotografico relativo alla mostra di Simone Casavecchia dedicata al Maestro Fellini; inoltre, acquistando un biglietto per questa serata, i partecipanti avranno in regalo un voucher 2x1 per una cena al Ristorante Il Bacaro.

     

Le serate

FELLINI E LA SUA ROMAGNA | h 20.00

Chef Daniele Persegani

Cena Placée

Mostra fotografica con visita guidata e Show cooking

FELLINI E ROMA | h 20.00

Chef Anna Dente

Cena Placée

Mostra fotografica con visita guidata e Show cooking

 

Info & ticket: acenaconfellini@ilbacaroroma.com

 

L'EREDITÀ DI FEDERICO FELLINI | h 20.00

Contest tra 3 chef ispirati dai capolavori del Maestro

Cena in piedi

Mostra fotografica con visita guidata e Show cooking

Gli Chef

Daniele Persegani

Nasce a Cremona nel 1972 da madre emiliana e padre cremonese. 34 anni di esperienza nelle cucine emiliano-romagnole e in giro per il mondo. Ha iniziato a cucinare sin da ragazzo, spostandosi a soli 14 anni sulla Riviera Romagnola per imparare i segreti del mestiere, diventando presto chef e docente di cucina. Dal 2009 comincia il suo percorso professionale nel mondo televisivo su Alice.tv, fino ad approdare nel 2015 alla Prova del Cuoco dove tuttora si possono ammirare le sue ricette. Segni particolari, ha sempre con se il suo mattarello, non si sai...dovessero servire dei tortellini con la coda o i suoi famosi cappelletti!

Anna Dente

Classe 1943, icona indiscussa della cucina tradizionale romana.Anna vive per la cucina, quella della tradizione, quella del “quinto quarto”. La sua cucina è fatta di sentimenti e sincerità. Fin da giovanissima lavora nelle attività di famiglia, grazie a nonno Eugenio e al papà Emilio nella storia macelleria di San Cesareo, scopre i segreti delle carni. Apprende come valorizzarne il povero e prezioso quinto quarto, ingrediente caratteristico della sua cucina. Si forma lavorando ettari di terra, coltivando materie prime lavorando alcuni ettari di terra coltivati che le hanno fatto conoscere la natura e le stagioni e il mondo delle erbe. Per lungo tempo collabora con le osterie gestite aRoma dalla zia Ada, dove apprende i segreti della cucina locale. Nel 1995 decide di mettere a frutto la sua straordinaria preparazione e di fondare, con mamma Maria al suo fianco, un ristorante il cui principale obbiettivo fosse la salvaguardia della tradizione culinaria laziale. Nasce così l’osteria di San Cesareo, che nel giro di pochissimi anni si posiziona come importante punto di riferimento del settore. Trovandosi non lontano da Cinecittà, il suo ristorante diventa meta di passaggio dei divi del cinema, Da Cinecittà ai Castelli ci vuole poco la sera a salire. E tutti i grandi del cinema italiano lo hanno fatto. Ed è così che Federico Fellini diventa un habitué e un amante della sua cucina. Nota al grande pubblico per la sua partecipazione a numerosi programmi televisivi, è definita da molti critici ed esperti di food “l’ambasciatrice della cucina romana nel mondo”, inoltre ha ricevuto dallo chef stellato Heinz Beck l’appellativo di “regina della cucina romana”. La grande consacrazione di questo «titolo» è arrivata nel 2006, da San Cesareo a Los Angeles, quando ha rappresentato l’Italia come chef alla 78a edizione della Notte degli Oscar.